Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Capodanno 2008
Precedente Home Su Successiva

 

Capodanno 2008

 “Missione è partire, camminare, lasciare tutto. Uscire da se stessi. Rompere la crosta di egoismo che ci racchiude nel nostro io; smettere di girare intorno a noi stessi come se fossimo al centro del mondo e della vita, non lasciarsi rinchiudere nei problemi del piccolo mondo a cui apparteniamo: l’umanità è più grande. Missione è sempre partire, ma non divorare chilometri. E’, soprattutto, aprirsi agli altri come fratelli: scoprirli e incontrarli.”  

E’ un pensiero di  Helder Camara, arcivescovo cattolico e teologo brasiliano, vissuto nel secolo scorso. Questo paladino della giustizia e fratello dei poveri ci invita a fermarci e a riflettere.

E allora riflettiamo su un altro anno ormai trascorso, su tutto ciò che ha rappresentato di bello (forse molto poco) e di brutto (tanto) in termini di pace, solidarietà, serenità, lavoro, sicurezza, famiglia, politica e quant’altro, e chiediamoci qual è il nostro grado di corresponsabilità come cittadini, come cristiani e come “Amici di don Quintino”.

Abbiamo cercato, rileggendo le massime di don Quintino,  dei percorsi per spezzare la solitudine e offrire amicizia sincera, lasciando da parte discorsi e chiacchiere e iniziando a dare esempi con fatti concreti. Così abbiamo trascorso l’ultimo dell’anno nella casa natale di don Quintino insieme a dei giovani della nostra Melissano che non hanno nessuno che si occupi di loro. Insieme abbiamo fatto festa, consumando la cena che avevamo preparato e brindando al nuovo anno allo scoccare della mezzanotte.

Forse abbiamo regalato loro dei momenti di serenità, ma per noi è stata un’esperienza costruttiva in termini di condivisione, senza dubbio da ripetere per imparare ad essere più capaci di vivere insieme, di stare accanto ad altre persone, di crescere in umanità, di “far entrare gli altri nella nostra vita” per offrire un servizio ed una risposta.

Si riportano alcuni momenti