Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Fai girare la solidarietà
Precedente Home Su Successiva

 

Fai girare la solidarietà

Si è svolto sabato 5 febbraio 2011, alle ore 18:30, presso il Centro Culturale “ Quintino Scozzi” di Melissano, l’incontro per inaugurare l’iniziativa sul tema

 Promuovere la dignità del lavoro per garantire lo sviluppo della società 

Nello stesso incontro, è stato illustrato, da parte del prof. Fernando Scozzi, Presidente dell’Associazione “Amici di don Quintino”, il “Piano per il Lavoro” predisposto dalla Regione Puglia dedicato principalmente ai giovani e alle donne.

 Si riportano alcuni momenti dell’incontro

 
Presentazione dell'iniziativa da parte di Pippi Parisi

   
Il prof. Fernando Scozzi introduce l'argomento

"L’Associazione “Amici di don Quintino”, inaugura, questa sera, l’iniziativa “Fai girare la solidarietà”. Lo fa in quest’anno, proclamato dall’Unione Europea, Anno Europeo del Volontariato e di quelle forme di impegno sociale che promuovono la cittadinanza attiva. Lo fa nel nome del nostro concittadino e Servo di Dio, don Quintino Sicuro, sottobrigadiere della Guardia di Finanza, eremita, sacerdote. Uomo non solo della preghiera e della contemplazione, ma anche della fede operosa, della bontà, della solidarietà. “La bontà – scriveva don Quintino – è il bisogno dolce e tirannico di dare sé stessi, immolarsi, donarsi”. L’Associazione che porta il suo nome, quindi, dopo aver contribuito a far conoscere e a mantenere vivo il ricordo del Servo di Dio, promuove, ora, una serie di azioni destinate a ricordarne l’umanità, la vicinanza ai sofferenti e ai bisognosi, la quotidiana volontà di spendere la propria vita per il Prossimo. Con questa iniziativa vogliamo seguire gli  insegnamenti del nostro concittadino,  tenendo presente il bisogno di informazione, di orientamento, di ascolto del Prossimo. E allora, dall’8 febbraio, ogni martedì e venerdì, presso la sede dell’Associazione, un gruppo di esperti volontari offriranno gratuitamente consulenza e assistenza sui temi del lavoro, della formazione professionale, della scuola, della creazione di impresa, dell’università. E’un contributo che vogliamo dare alla nostra Comunità, perché solidarietà vuol dire crescere insieme  nell’uguaglianza e nella giustizia, capire e farsi carico, ciascuno per le proprie possibilità, dei problemi degli altri. Così solidarietà e volontariato si saldano in un percorso di crescita dell’uomo spesso chiuso nell’individualismo tipico della nostra epoca, in cui i valori materiali, assumono erroneamente grande importanza, facendoci dimenticare lo scopo principale della nostra esistenza, che è quello di amare e aiutare il prossimo, così come ci insegna il  messaggio Cristiano".

 
Saluto ai convenuti da parte del parroco don Antonio Perrone

 
Breve intervento del prof. Cosimo Scarcella
 

 
Partecipanti all'incontro

   
Il giovane Caputo Alessandro relazione su un progetto eseguito 
dall'Azione Cattolica "Don Quintino Sicuro" sulla pace e sulla solidarietà

 
Il giovane Caggiula Giuseppe ha intrattenuto i convenuti 
eseguendo alcuni brani con la sua chitarra