Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Melissano e Verghereto verso il gemellaggio
Precedente Home Su Successiva

 

Melissano e Verghereto verso il gemellaggio

di Attilio Palma

"Comincia così una storia di fede, di speranza e di amicizia fra le comunità di Melissano e Verghereto che, in questi anni, ha saputo scrivere pagine autentiche di comune affetto all'eremita sacerdote di Sant'Alberico, don Quintino Sicuro": è uno dei passaggi salienti della delibera per la formulazione ufficiale del gemellaggio tra i comuni, appunto, di Melissano e Verghereto (centro in provincia di Forlì-Cesena), approvata nei mesi scorsi in seduta simultanea, dai rispettivi consigli comunali nel nome, nel ricordo e dell'opera di Don Quintino Sicuro. I due luoghi, infatti, sono altrettante tappe fondamentali della vita del finanziere che lasciò la divisa per vestire il saio francescano: il primo per avergli dato i natali, il secondo per averlo accolto permettendogli di esercitare il suo apostolato di fede. Il 1° novembre del 1985 il vescovo di Cesena e Sarsina, mons. Luigi Amaducci, ne ha introdotto in sede diocesana la causa di beatificazione e canonizzazione, processo che si è concluso il 28 agosto 1991. Nel 1993, gli atti processuali sono stati trasferiti a Roma, presso la Congregazione per le cause dei Santi, in attesa di vederlo presto elevato, come si spera, all'onore degli altari. E così, i due consigli comunali, con il desiderio di rafforzare questo filo invisibile di spiritualità profonda, quello di Melissano nella propria sede istituzionale, quello di Verghereto all'interno dell'eremo di Sant'Alberico a 1147 metri presso le Balze sul Monte Fumaiolo, hanno sancito, all'unanimità, il gemellaggio, ritenuto "un evento di grande significato politico, sociale, culturale ed economico".

(Tratto da "Nuovo Quotidiano di Puglia" del 22/05/2007)