Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Posa prima pietra piazza don Quintino Sicuro
Precedente Home Su Successiva

 

Posa della prima pietra sulla Piazza don Quintino Sicuro

 
Piazza don Quintino Sicuro

Cari amici e concittadini,  
alcuni anni fa il Consiglio Comunale denominava quest’area Piazza don Quintino Sicuro; oggi, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, posiamo la prima pietra, iniziando  un percorso che farà di questo spazio  un luogo di ritrovo per tutti i melissanesi, un luogo di formazione per i ragazzi della scuola, uno spazio della memoria della comunità melissanese.

Anche nella toponomastica, infatti, c’è un profondo significato che contribuisce a costruire la coscienza sociale e l’identità collettiva dei cittadini. E’ anche attraverso questo genere di iniziative che si dà un senso civico al tessuto urbano e si favorisce la formazione di una coscienza collettiva, in questo caso nel nome di don Quintino.

Una vita straordinaria quella del nostro concittadino che lascia Melissano per arruolarsi nella Guardia di Finanza, combatte sul fronte greco-albanese e nel 1946 è promosso sottobrigadiere della guardia di Finanza. Ma, l’anno successivo si congeda ed entra nel convento di Ascoli Piceno. Tuttavia non è ancora quello che cerca e nel 1949 lascia anche il convento e si ritira sull’eremo di Montegallo, dove vive nella più assoluta povertà e nella preghiera. Nel 1955 si stabilisce sull’eremo di S. Alberico, poi entra in seminario e nel 1961 è ordinato sacerdote. Lavora per la ricostruzione dell’eremo perché Don Quintino  è anche l’uomo della fede operosa, non solo della preghiera e della contemplazione. Lo si nota quando sprona la sorella Antonia a costituire l’associazione “Mater Misericodiae”, ma soprattutto quando indossa la tuta e impugna la vanga per lavorare con i muratori che riedificano l’eremo di S. Alberico. Certo, quando abbraccia la vita eremitica, don Quintino vive su una lunghezza d’onda che non è quella della gente comune;  ma il legame con la sua Melissano non si spezza mai e caratterizza un’esistenza esistenza legata al senso del dovere, alla preghiera e alla continua ricerca di Dio.

Don Quintino, nonostante la lontananza, conosce bene la povertà di molti suoi compaesani e con la bontà d’animo che lo distingue, non manca di intervenire in favore di alcuni ragazzi poveri di Melissano  per sottrarli ad una vita fatta di stenti e  di privazioni.

Muore il 26 dicembre 1968, mentre si reca a benedire la sciovia del Monte Fumaiolo. Il suo corpo riposa sull’eremo di S. Alberico, di fronte a quella chiesetta che fu per tanti anni testimone dei suoi prolungati colloqui con Dio.  Riposa accanto ad un’immagine della Madonna di Lourdes che fu l’ispiratrice della sua vocazione: Mi darò tutto al mio Signore,  dissi, ma tu Madre celeste non mi abbandonare! Mi sforzerò di salire se Tu mi darai una mano; tento, ma con Te!

Il 16 dicembre 1993, il Comando Generale della Guardia di Finanza, ospita la cerimonia di apertura ufficiale del processo vaticano di beatificazione del Servo di Dio, che i suoi amici di Melissano, Sarsina e Montegallo auspicano sia innalzato al più presto alla gloria degli altari. Oggi, dunque, iniziamo un percorso che, con l’aiuto di tutti, porterà alla costruzione di questa piazza dedicata a Quintino Sicuro, uno dei figli migliori della comunità melissanese che nell’epoca del consumismo e dell’indifferenza ci richiama al primato di Dio nell’esistenza.
Melissano, 17 marzo 2011                                                                             

Prof. Fernando Scozzi, Presidente dell'Associazione "Amici di don Quintino" - Melissano

 

Si riportano alcuni momenti della manifestazione

 
Arrivo dei partecipanti alla biciclettata per le vie del paese

   
Scoprimento della targa da parte delle nipoti di don Quintino, Maria e Francesca Manco)

      
Saluto del Presidente dell'Associazione e del parroco don Antonio Perrone

   
Presenti alla manifestazione

    
Momenti della posa della pietra

   
Momenti della posa della pietra

     
Posa della pietra

(Si ringrazia lo studio fotografico "Ritratti" di Melissano per la concessione delle foto).

Concorso di idee per l’ideazione e la progettazione  di un’opera

d’arte in ricordo del Servo di Dio, don Quintino Sicuro

L’Associazione “Amici di don Quintino”, al fine di ricordare la figura e le opere del Servo di Dio alle future generazioni, indice un concorso di idee per l’ideazione e la progettazione di un’opera d’arte da collocare in Melissano, nella costruenda Piazza don Quintino Sicuro (vedi foto pubblicate sul sito www.donquintinosicuro.com nella sezione Eventi/Posa prima pietra Piazza don Quintino Sicuro).

L’opera dovrà costituire occasione permanente di riflessione sull’esperienza umana e spirituale di Don Quintino Sicuro e pertanto, dovrà fare riferimento alla sua terra d’origine, all’esperienza eremitica e al ministero sacerdotale.

 Al  concorso  di  idee  possono  partecipare tutti  i  cittadini.

 I concorrenti dovranno illustrare le proprie proposte mediante la loro rappresentazione grafica in tavole di formato UNI A1, piegate in formato UNI A4, in numero massimo di tre, eseguite in tecnica libera. Ciascuna proposta dovrà essere accompagnata da una relazione tecnica, nella quale siano indicati i materiali da utilizzare, le dimensioni dell’opera finita, la simulazione fotografica dell’inserimento dell’opera nella piazza e, in linea di massima, i costi. Gli elaborati non verranno restituiti e rimarranno di proprietà dell’Associazione che li potrà esporre in un’apposita mostra.

Al vincitore, individuato ad insindacabile giudizio di una Commissione, composta dal presidente dell’Associazione “Amici di don Quintino”, da un professore di “Storia dell’Arte” e dal vicario episcopale per l’arte sacra ed i beni culturali ecclesiastici della Diocesi di Nardò-Gallipoli, sarà riconosciuto un compenso omnicomprensivo di € 500,00 (cinquecento). Nel caso in cui la Commissione ritenga che nessuno dei  progetti presentati sia idoneo rispetto alle finalità del presente bando, ne dà atto nell’apposito verbale.

 L’Associazione si riserva di attuare la realizzazione del progetto vincitore.

 I plichi dovranno pervenire per posta o consegnati direttamente presso la sede dell’Associazione “Amici di don Quintino”, Via Paolo Veronese, 13, 73040 - Melissano, entro le ore 20,00 del 20 giugno 2011.

 Le informazioni sulla vita di don Quintino Sicuro possono essere reperite sul sito internet www.donquintinosicuro.com, oppure presso la sede dell’Associazione, telef. 3409717082 – 3932532767  (tutti i giorni feriali, dalle ore 18,00 alle ore 20,00) dove sarà messa a disposizione degli interessati la bibliografia del Servo di Dio.

 La  partecipazione  al concorso comporta l’accettazione integrale di quanto contenuto nel presente bando.

 Melissano, lì 20 aprile 2011

Allegati:

- foto planimetria piazza;
- foto completa della piazza;          
- foto veduta aerea della piazza.

                                                                                                                                                                             

Vedi anche la sezione "Comunicazioni" - Concorso di idee per l'ideazione e la progettazione di un'opera d'arte in ricordo del Servo di Dio, don Quintino Sicuro.