Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Ricordato don Quintino
Precedente Home Su Successiva

 

RICORDATO DON QUINTINO

           Il 29 agosto 2005, all’Eremo di Sant’Alberico, nella vicina frazione di Capanne di Verghereto (Forlì), si è svolta una cerimonia per ricordare Don Quintino Sicuro, sacerdote, eremita e Vice Brigadiere della Guardia di Finanza, per il quale è in corso la causa di beatificazione.

            Per la circostanza è stata intitolata a suo nome una strada di Capanne, sereno borgo di montagna nella cui parrocchia si trova l’Eremo di S. Alberico ove Don Quintino visse gli ultimi anni della sua vita terrena.

            Allo scoprimento della targa marmorea erano presenti: il Vescovo S.E. Mons. Antonio Lanfranchi; il Sindaco di Verghereto, Fedele Camillini; il Dottor Massimo Scarani e il Sig. Nicola Scarpa, rispettivamente presidenti della “Associazione Don Quintino Sicuro” di Sarsina (Forlì) e di Melissano (Lecce) paese nativo di Don Quintino; numerosi pellegrini provenienti da Lecce, Emilia Romagna e Marche, nonché parenti dell’eremita residenti a Melissano.

            Per l’ANFI è intervenuta una rappresentanza di soci, con bandiera, delle Sezioni di Porlezza, Olgiate Comasco e Pavia.

            La cerimonia si è conclusa all’Eremo raggiunto a piedi da tutti i partecipanti, dove S.E. il Vescovo ha concelebrata, con alcuni sacerdoti della diocesi di Cesena-Sarsina, la Santa Messa presso il luogo dove è sepolto Don Quintino.

            Nelle allocuzioni del Vescovo e del Sindaco, sono state ricordate le testimonianze di santità di Quintino Sicuro come sacerdote eremita e come onesto finanziere che aveva combattuto sul fronte greco-albanese con il I° Battaglione mobilitato della Guardia di Finanza durante il secondo conflitto mondiale.

(dal periodico mensile dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia “Fiamme Gialle” nr. 10 - 2005, pagina 24.)