Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Teresa Palatroni testimonia
Precedente Home Su Successiva

 

TESTIMONIANZA SU DON QUINTINO

di Teresa Palatroni

 

            Sono Teresa Palatroni, nata il 17/04/1944, a Montegallo (AP), dove ho vissuto fino all’età di quindici anni.

            Negli anni cinquanta, quando arrivò don Quintino nel mio paesello, io ero soltanto una bambina. Mio padre morì nell’agosto del ’50 ancora molto giovane. Noi eravamo quattro figli tutti ancora molto piccoli. Con noi e la mamma, viveva anche il nonno paterno.

            Don Quintino veniva a trovarci molto spesso e a noi bambini faceva sempre una carezza e il mio nonno, quando lo vedeva, toglieva sempre il cappello dal capo ed in segno di devozione e rispetto gli stringeva la mano e la portava alla bocca per baciarla. Don Quintino con un sorriso diceva di non essere un rispettabile e quindi di non meritare tale nobile gesto.

            La mamma si accingeva subito a procurargli qualcosa da mangiare in base al periodo stagionale, ma chiaramente di modesta entità, poiché in casa c’era molta miseria, sia per il periodo  post – guerra, sia per la prematura scomparsa di nostro padre. Infatti, quando se ne andava, la mamma gli preparava 7/8 patate, 4/5 uova e lui con un sorriso, prendeva soltanto un uovo e due patate.

            Mamma lo supplicava dicendogli che poteva arrivare la neve e quindi, non potendo uscire di casa, avrebbe avuto qualcosa da mangiare ma don Quintino rispondeva: “...no, no domani è un altro giorno...”.

            Dopo aver parlato un po’ in casa, ammonendoci di accettare la volontà di Dio e dicendo parole confortevoli, se ne andava via.

            Sia mamma che nonno dicevano che quell’uomo era davvero mandato da Dio, in quanto, nonostante il dolore, trasmetteva a tutti una pace ed una forza interiore che non è possibile descrivere.

 27/08/2012

 F.to Teresa Palatroni

 
La signora Teresa Palatroni che da bambina ha conosciuto don Quintino