Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Uniti nel nome di don Quintino
Precedente Home Su Successiva

 

Uniti nel nome di don Quintino Sicuro

Le celebrazioni di S. Alberico avvicineranno Verghereto e Melissano per più giorni

di Alberto Merendi

 Alto Savio. La ricorrenza di Sant’Alberico, mercoledì 29 agosto, vedrà quest’anno anche l presentazione di un volume sulla vita del santo e la cerimonia di gemellaggio con Melissano, il comune in cui nacque il 2servo di Dio” don Quintino Sicuro e che quindi è legato alla sua figura.

Il programma religioso

Nonostante il giorno della presunta morte, il 29 agosto, cada nel 2007 di giornata lavorativa, i fedeli di tutta la Romagna e dai dintorni affolleranno come sempre l’eremo, risalendo a piedi la mulattiera da Balze o da Cella (vicino a Capanne) e sostando presso ogni stazione della via Crucis.

Durante tutta la giornata si celebreranno funzioni religiose e la Messa solenne, alle 11, verrà officiata dal vescovo, monsignor Antonio Lanfranchi.

La devozione

I fedeli hanno sempre tributato grande devozione al santo, ritenuto un “potente” intermediario per ernie e mali di schiena.

La mulattiera che passa per Sant’Alberico fu fatta costruire da Leopoldo II, Granduca di Toscana, nel 1835, e lungo il percorso vi si trovano le “maestà” della via crucis, sulle quali vengono deposte numerose piccole pietre da parte dei fedeli che si recano all’Eremo. Una tradizione che affonderebbe le sue radici in abitudini pagane, quando i pellegrini che si recavano al tempio del loro Dio ponevano un dono davanti all’altare, quale segno di devozione e riconoscenza.

Il gemellaggio

Quest’anno la ricorrenza di Sant’Alberico diventerà l’occasione per accogliere in maniera particolare la delegazione del comune di Melissano (in provincia di Lecce), località dove nacque il Servo di Dio don Quintino Sicuro, l’eremita amato da tutti che dal 1954 al 1968, anno della sua morte, ha provveduto a restaurare l’eremo e ad accogliere i fedeli. I comuni di Verghereto e di Melissano si sono ufficialmente gemellati, nel ricordo di don Quintino, e dopo la visita di una delegazione di verghereto in terra pugliese ora è il comune dell’Alto Savio a ricambiare l’ospitalità. La delegazione di Melissano giungerà a Balze già nella giornata di martedì 28 agosto, per visitare le sorgenti del Tevere e partecipare, alle 19,00 in piazza, ad una degustazione di prodotti tipici. Alle 21 la compagnia teatrale Balzerana rappresenterà, in onore degli ospiti, una commedia paesana..

Mercoledì la delegazione visiterà la via Don Quintino a Capanne, e prenderà parte alle celebrazioni liturgiche della mattinata. In serata, dopo l’incontro con le comunità di Montecoronaro e di Ville di Montecoronaro, alle 18 si svolgerà l’incontro degli ospiti col Consiglio comunale ed alle 19 la cerimonia del gemellaggio in piazza.

L’evento si concluderà presso la Chiesa Parrocchiale col canto del “Te Deum”.

(tratto dal “Corriere di Romagna” – Valle Savio del 19 agosto 2007)