Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Spiritualità
Home Su Successiva

 

 SUE MASSIME

 

1
“Il mio massimo ed unico desiderio è che tutti gli uomini conoscano Dio e Gli diano gloria, salvando la loro anima così da raggiungere il fine per cui sono stati creati”.

 

2

“Amor con amor si paga.

E’ il motto che ha fatto i Santi”.

3

“Quando Dio verrà, io l’aspetto”.

4

“La bontà è il bisogno dolce e tirannico di dare se stessi, donarsi, immolarsi. Chi più dell'apostolo sente questo bisogno".

5

“Con la preghiera, la penitenza e la dedizione completa a Dio si ottengono miracoli”.

6

“C’è un modo di costringere Dio a strapparGli le grazie, ed è di chiedere senza stancarsi con ferma fede”.

7

“Ho tutto quello che mi occorre, nulla mi manca...ho Dio”.

8
“Prepariamo le vie del Signore con l’umiltà e la penitenza, perché un cuore non mortificato, un cuore occupato dall’amor proprio e dalla superbia, non potrà essere riempito da Dio”.

9

“Il modo di guarire dalla tristezza è l’acquisto di una carità perfetta per Gesù e per il prossimo”.

10

“Come la terra arida par domandare la pioggia mostrando al cielo la sua aridità, così è l’anima nell’esporre i suoi bisogni a Dio”.

11
“Siamo a Natale e dobbiamo andare incontro all’Amore che sta per apparire incarnato nel dolce Bambino Gesù. E come andare incontro? Con un cuore pieno di amore e dilatato dall’amore”.

12
“La tua vita è triste, perché ne hai fatto un deserto. Tu devi popolare questo deserto, devi fare entrare gli altri. Nella tua vita devi fare entrare gli altri”.

13

“Il silenzio ci dà uno sguardo nuovo su tutte le cose, qualcosa dello sguardo di Dio”.

14

“L’apostolato è bontà per eccellenza perché va direttamente all’anima”.

15
“Abbiamo bisogno di periodi di silenzio che ci permettano di trovare Colui senza il quale non possiamo fare nulla di buono, di stabile, di eterno”.

16

“Abbiamo bisogno del silenzio per intravedere noi stessi”.

17

“Non vi è bontà più grande del cuore dell’apostolo”.

18

“Dà pace, o Signore, ai nostri giorni”.

19

“Come è bello sapersi tutto di Gesù”.

20

“Perdona, Gesù, quei tuoi figli che sentono così poco la carità”.

21

“Nelle nostre azioni siamo sempre tentati di fermarci alle apparenze”.

22

“Amore ingegnoso che di tutto si vale per ricambiare l’infinito Amore di Dio”.

23

“Abbandoniamoci fiduciosi al divino volere; non ci mancherà il porto sicuro”.

24

“La fiducia incondizionata nella Provvidenza mette le ali all’anima e al piede”.

25

“La grandezza di un’opera si deduce dalla gloria che procura a Dio”.

26
“Di fronte all’atto di fede vivo, cieco, incondizionato, Dio quasi non sa resistere e si ritiene quasi obbligato ad esaudire le nostre suppliche”.

27

“O beata solitudine, o sola beatitudine!

Quanto è buono il Signore”.

28

“E’ impossibile dirvi le mie gioie per ciò che sto per realizzare.

Pregate, pregate, pregate”.

29

“Invece di cercare Dio, cerchiamo noi stessi”.

30

“L’eremita deve imparare ad essere solo e tutto del Signore”.

31

“L’essenziale non è ciò che diciamo noi, ma ciò che dice Dio per mezzo nostro”.

 

32
“Se è grande per l’uomo di genio salvare l’umanità da un flagello con la sua scoperta, è più grande per un apostolo salvare un’anima immortale”.

33

“Quanto più la nostra fede è viva, tanto più è onnipotenza dell’onnipotenza stessa di Dio”.

34

“Dio non si trova nel rumore, nell’agitazione”.

35

“Dio capisce il nostro linguaggio”.

36

“Abbiamo bisogno del silenzio per trovare la nostra anima”.

 

37

“Nel silenzio Dio si scopre e si manifesta”.

38

“Io ho nulla e ho tutto”.

39

“L’eremita deve imparare a soffrire sempre qualcosa per il Signore”.

40

“Amore mio, grazie per sì grande sofferenza, umiliazione e rifiuto”.

 

41

“Il silenzio è aiuto che offriamo a Dio, perché possa calmarci come Egli vuole”.

 

42

“Mio Gesù, vorrei fare tanto, tanto per Te, eppure faccio così poco”.

43

“Basta fidarsi del buon Dio”.

44

“Tutta la vita moderna è un anelito verso Dio”.

45

“Sono tutto orecchie ad attendere la chiamata”.

46

“E’ impossibile dire le grandi gioie che si gustano a servizio dell’Amore”.

 

47

“Abbiamo bisogno del silenzio per scoprire il cammino delle anime”.

48

“Mio Gesù, vorrei fare tanto per Te, eppure faccio così poco”.

49

“Abbiamo bisogno del silenzio per sentire la voce di Colui che non grida se non nel deserto”.

50

“Noi siamo gli uomini dell’aldilà”.

51

“Chi ha Dio ha tutto”.

52

“Ho tutto quello che mi occorre, nulla mi manca...ho Dio”.

53

“La nostra navicella della vita agganciata all’Unico sostegno, naviga sicura, serena, gioiosa nel grande oceano”.

54

“Cosa si vuole da me? Esaminarsi. Devo giudicarmi secondo quello che Dio vuole da me. Cosa vuole Dio da me?”.

55

“Abbiamo bisogno di trovare occhi nuovi per vedere delle anime nelle quali Cristo vive e vuole vivere”. 

56

“Andiamo incontro all’Amore con un cuore pieno d’amore e dilatato dall’amore”. 

57

“Il Verbo ha trascorso la maggior parte della Sua vita terrena nel silenzio”.

58

“Mi darò tutto al mio Signore ma Tu Madre celeste non mi abbandonare”.

59

“Sono stato respinto e deriso anch’io ho dovuto rifugiarmi in un posticino alla meglio, ove passare la notte insonne”. 

60

“La nostra missione è quella di dare Dio al mondo”.

61

“Un’anima salvata darà lode a Dio per tutta l’eternità”.

62

“Sono orgoglioso. Tendere all’umiltà. Sottomettere la propria volontà ai superiori. Collaborazione. Obbedienza assoluta ai superiori”. 

63

“La nostra conversazione è in cielo”.

64

“Operiamo preoccupati più del compimento materiale del nostro dovere che della ragione per cui questo dovere ci è stato chiesto”.

65

“Sento che la mia missione è finita: vorrei fare ancora, ma non vedo che cosa d’altro voglia da me il Signore”.

66

“L’eremita deve sapersi consumare per il Signore. Come una candela”.

67

“Non posso proprio lamentarmi. Il Padre mi tratta con i guanti bianchi”.

68

“Bisogna pregare giorno e notte anche quando pare che Dio non ci ascolta o ci respinge”.

 

69

“La superficialità è lo scoglio peggiore per la vita sacerdotale dei nostri giorni”.

70

“Madre celeste non mi abbandonare, mi sforzerò di salire, se Tu mi darai una mano: Tento ma con Te”.

 

71

“Cosa ne sappiamo noi dei disegni del Signore!”.

72

“Più mi avvicino al sacerdozio e più sento il bisogno dell’aiuto di Dio”.

73
“Il lavoro eccessivo, la costante esteriorizzazione ci porteranno ad uno spirito di superficialità”.

74

“Ora sì che posso dirmi veramente ricco;  possiedo il tesoro dei tesori: Iddio”.

75

“Quando il Padrone chiama non posso non rispondere”.

76

“Non ho ancora raggiunto quel grado di santità che desidero e come Tu la vuoi”.

 

77

“Generalmente parliamo troppo”.

78
“Il servo, veramente, non può essere da più del padrone, ma talvolta, considerato non più servo, ma amico, penetra nell’intimità del suo Signore”.

79
“Con la silenziosa, ma attivissima vita di amore, guarire il mondo dal pernicioso male moderno, che non è diciamo l'azione, ma il frastuono dell’azione non vivificato dallo Spirito di Dio”. 

80

“A Natale sarò Sacerdote che cosa meravigliosa! Prega, prega anche tu mio caro amico”.

81

“La fede è la condizione indispensabile da Lui richiesta per impegnare a nostro vantaggio la Sua Onnipotenza”.

82

“Vorrei amarti con tutta l’anima, vivere solo in Te e per Te”.

83
“Gettandoci nelle sua braccia Egli trasalisce di gioia, anzi farà di più: ci amerà più ancora che non prima della nostra colpa”.

84

“Dio è il grande amico del silenzio”.

85

“Noi abbiamo bisogno del silenzio per ritrovare Dio, per ritrovare la nostra anima, per ritrovare le anime”.

86

“Abbiamo bisogno di occhi nuovi per vedere Cristo in sviluppo, la cristianità in marcia”.

 

87

“L’eremita deve vivere di poco”.

88

“Deponiamo tutto nelle mani del Signore, tutto andrà per il meglio”.

89

“Ho dal Padre nella stessa misura in cui ho dato, cioè tutto perché tutto ho dato”.

90

“Signore, sai e vedi ogni cosa e il mio sentire vuoi che si realizzi. Dà il via come Tu sai”.

 

91

“L’apostolato è bontà perché dona grazia all’anima e procura la sua salvezza eterna”.

92

“Chi vive sempre in attesa del Signore non avrà paura di aprirgli al Suo arrivo”.

 

93

“Il digiuno consuma il corpo ma rinvigorisce lo spirito”.

94

“Abbiamo bisogno del silenzio per ritrovare il senso dell’Invisibile”.

95

“L’uomo fa un programma. Il Padre traccia quello da svolgere".

 

96

“Mi sforzerò di salire se Tu mi darai una mano; tento ma con Te”.

97

“Avrai ancora compassione e misericordia ora che vivo in Te e per Te?”.

 

98

“Il Verbo per procurarsi delle ore di silenzio si ritirava di notte solo sulla montagna”.

99

“Scendendo sulla terra il Verbo ha voluto un’atmosfera di silenzio”.

100

“Signore perdonami. Tu conosci bene le mie infermità e ti sono pur note le mie lotte".

 

101

“Andiamo con fiducia a chiedere perdono a Gesù. Perchè temere? E' tanto buono Gesù! Coraggio!".

 

 

     
     

Ultimo aggiornamento: 06-12-08