Home Su Commenti Notizie Link Ricerca Comunicazioni
 Post Mortem
Precedente Home Su Successiva

 

1974
  • 31 ottobre: gli amici di Don Quintino, nel ventennio della sua venuta all'eremo di S. Alberico, hanno voluto ricordarne la memoria con una lapide posta sulla facciata dell'eremo, riportante la seguente epigrafe: "Quintino Sicuro già vicebrigadiere della Guardia di Finanza chiamato da Dio a ventisette anni abbandonò il mondo e un lusinghiero avvenire. Dal 1954 al 1968 eremita e sacerdote dimorò in questo sacro Romitorio mirabile esempio di povertà lavoro sacrificio preghiera disponibile ad ogni ora per offrire il cibo del corpo e dell'anima a quanti accorrevano a Lui. Ancora vivente vide estendersi attorno a sé una vasta rete di estimatori tuttora non immemori del loro grande amico e benefattore. Ricostruì ampliò rese accogliente l'ospizio che avviò a centro di spiritualità per quanti amano l'incontro con Dio. La Diocesi e gli amici nel ventennio della Sua venuta all'Eremo. 31 ottobre 1974"

1985
  • 1° ottobre: decreto del vescovo di Cesena-Sarsina Mons. Luigi Amaducci per introdurre la causa di beatificazione.

  • 1° novembre: apertura del processo diocesano nella Basilica Concattedrale di Sarsina.

  • Dicembre: l'Azione Cattolica di Melissano è intitolata a don Quintino.

1987
  • Presso l'Associazione Polisportiva "C. Pindinelli" in Melissano viene inaugurato un monumento a don Quintino.

1988
  • 23 luglio: si costituisce in Sarsina (FC) l'Associazione "Amici di don Quintino".

  • 26 dicembre: viene benedetta dal Vescovo di Nardò-Gallipoli Mons. Aldo Garzia, la casa parrocchiale "don Quintino Sicuro" che la sorella Antonia volle edificare in sua memoria.

1989
  • 17 febbraio: in Melissano (LE), suo paese natale, alcuni amici fondano una seconda Associazione intitolata al Servo di Dio.

1991
  • 28 agosto: chiusura del processo diocesano a Sarsina alla presenza dell'Arcivescovo Metropolita di Ravenna e dei Vescovi di Cesena-Sarsina, di Nardò-Gallipoli e di Faenza-Modigliana. 
    Per l'occasione, sulla parete posteriore dell'Eremo di S. Alberico viene posta una lapide in marmo riportante la seguente epigrafe: "IN OCCASIONE DELLA CHIUSURA DEL PROCESSO DIOCESANO DI BEATIFICAZIONE E CANONIZZAZIONE DEL SERVO DI DIO DON QUINTINO SICURO GLI AMICI DELLE ASSOCIAZIONI A LUI DEDICATE DI MELISSANO (LE) E SARSINA (FO) RICONOSCENTI PER L'AMICIZIA E L'ESEMPIO DI ALTE VIRTU'  IN VITA E LA SICURA INTERCESSIONE DAL CIELO - 28 AGOSTO 1991"

1992
  • 30 maggio: si inaugura la sede dell'Associazione "Amici di don Quintino" di Melissano (LE) che occupa alcuni locali della casa natale del Servo di Dio, in Via Paolo Veronese, 13.
  • 26 dicembre: in Taviano (LE) nasce un gruppo di amici di don Quintino Sicuro, aggregato all'Associazione di Melissano.
1993
  • 27 marzo: con l'imprimatur della curia vescovile di Ascoli Piceno, muove i primi passi la terza Associazione degli "Amici di don Quintino" che si adoperano per il restauro e la conservazione dell'Eremo di S. Francesco, nella frazione di Corbara, comune di Montegallo (AP).

  • 16 dicembre: apertura del processo vaticano a Roma, presso la sede del Comando Generale della Guardia di Finanza.

  • 28 dicembre: si tiene in Melissano il 1° Convegno studi su don Quintino - relazionano il prof. Luigi Scorrano e fra Rufino, coordinati dal prof. Franco Fasano.

1994
  • Luglio: esce, a cura di Piero Altieri e Massimo Scarani, la nuova edizione del libro di Mons. Carlo Bandini, Vescovo emerito di Sarsina, "IL SERVO DI DIO DON QUINTINO SICURO Guardia di Finanza ed eremita di S. Alberico". 



     

  • 3 settembre: il nome del Servo di Dio don Quintino Sicuro è inciso sulla lastra in bronzo del monumento realizzato alcuni anni or sono a Dongo (CO) per ricordare i finanzieri caduti in servizio nelle località del lago e delle valli nell'adempimento del loro dovere.

1995
  • Luglio: l'Associazione "Amici di don Quintino" di Melissano ristampa il libro di Domenico Ferretti "QUINTINO l'eremita santo di Montegallo" eco di ricordi realizzato dall'autore nel 1991 ad Ascoli.

1996
  • Luglio: si stampa a Cesena il libro di Duilio Farneti "L'EREMITA DI S. ALBERICO (mio compagno d'armi) - società editrice Ponte Vecchio.

1997
  • 22 maggio: l'Associazione di Melissano in collaborazione con la diocesi di Nardò-Gallipoli e l'Ufficio Comunicazioni Sociali organizza una tavola rotonda sul tema: "Testimonianze a confronto sulla vita di don Quintino", ricordi trasmessi in diretta da radio King-Copertino.

  • 4 giugno: con decreto prot. n. 32753/B22 Div. I Sez. I il Provveditore agli Studi di Lecce intitola al Servo di Dio don Quintino Sicuro il plesso scolastico di Scuola Elementare sito a Melissano in Via Mazzini.

  • 28 settembre: la Sezione A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia) di Porlezza (CO), istituita nel 1984, è intitolata al vice brigadiere della Guardia di Finanza don Quintino Sicuro.

1998
  • 28 agosto: il piazzale di Corbara di Montegallo (AP), da cui parte il sentiero che porta all'Eremo di S. Francesco, è intitolato a don Quintino. Il Vescovo di Ascoli Mons. Silvano Montevecchi, il Sindaco di Montegallo, il Presidente della Comunità Montana, un picchetto della Guardia di Finanza, tanti amici ed estimatori di don Quintino partecipano alla cerimonia:

  • Dal 27 al 29 novembre: l'Associazione di Melissano, con il patrocinio della Amministrazione Comunale, organizza un Forum - "Tre giornate in ricordo di don Quintino". Intervengono: prof. Giulio Cipollone (teologo, Roma), dr. Luigi Rizzo (giornalista, Bologna), prof. Cosimo Scarcella (docente di filosofia, Melissano), coordinati dal dr. Adolfo Maffei (giornalista e direttore de "Il Corsivo").

1999
  • L'Associazione di Melissano produce un documentario su don Quintino Sicuro, dal titolo "COME UNA FIAMMA.....fuoco ardente che brucia" di Stefano Campanella, giornalista vaticanista, con presentazione di Mons. Vittorio Fusco Vescovo di Nardò-Gallipoli.

2000
  • 7 maggio: la Sezione A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia) di Tricase (LE), è intitolata al Servo di Dio don Quintino Sicuro.

2004
  • Aprile: esce la pubblicazione di Maria Di Lorenzo - Gribaudi editore Milano - "Una scorciatoia per il cielo - diciassette percorsi di fede e di vita con Maria di Nazareth". Uno dei diciassette: "Non vivere da Santo è vivere da folle" riguarda don Quintino Sicuro.

2005
  • Febbraio: la Diocesi di Cesena-Sarsina pubblica il volume "Santi di casa nostra" - Stilgraf editrice Cesena - in cui don Ezio Ostolani, vicepostulatore della causa di beatificazione, presenta "don Quintino Sicuro, sacerdote-eremita, un contestatore del nostro tempo".

 

  • 17 Aprile: esce la pubblicazione di don Ezio Ostolani, vicepostulatore della Causa di Beatificazione, "Il Servo di Dio don Quintino Sicuro - Arcobaleno di santità - da Melissano a S. Alberico - Finanziere Eremita Sacerdote", Stilgraf Cesena. Il 9 giugno la pubblicazione è stata presentata alla comunità di Melissano dallo stesso autore.

 

 

  •  9 giugno: i ragazzi della Scuola Elementare presentano il libro "Mamma, ho visto Gesù!" - La vita di don Quintino Sicuro vista attraverso le esperienze degli alunni della Scuola Elementare a lui intitolata - a cura dell'Istituto Comprensivo Statale di Melissano, stabilimenti grafici dell'A.G.M. di Lecce.

 

 

  • 27 agosto: eremo della Madonna del Faggio sul Monte Carpegna - posa di due foto in ceramica sulla lapide marmorea apposta sulla facciata dell'eremo.

 

  • 29 agosto: a Capanne, frazione del Comune di Verghereto, viene intitolata una via a don Quintino Sicuro.

 

2006
  • 6 giugno: presso il Centro culturale "Quintino Scozzi" in Melissano, S.E. Mons. Antonio Lanfranchi, Vescovo di Cesena - Sarsina, insieme al prof. Luigi Scorrano e alla presenza del nostro Vescovo Mons. Domenico Caliandro, ha presentato alla cittadinanza il libro "Scritti del Servo di Dio don Quintino Sicuro", edito a cura delle Associazioni di Melissano, Sarsina e Montegallo.

 

  • 21 settembre: l'Associazione acquista la casa natale di don Quintino al fine di raccogliervi ordinatamente le sue memorie, le cose a lui appartenute, i moltissimi libri da lui consultati, appunti e scritti autografi, le foto della sua giovinezza, del suo soffrire, del suo cammino verso i fratelli e verso Dio, in modo che il tutto diventi patrimonio della collettività e testimonianza della sua presenza.

 

  • 6 novembre: presso il Centro Culturale "Quintino Scozzi" in Melissano (LE) e presso l'Eremo di Sant'Alberico in Balze di Verghereto (FC) convocazione, in simultanea, dei rispettivi Consigli Comunali per formalizzare ufficialmente il gemellaggio tra le due Comunità in una unione di intenti e finalità in nome di don Quintino Sicuro.

 

2007
  • 29 maggio: MELISSANO - cerimonia ufficiale del gemellaggio tra i Comuni di Melissano (LE)  e Verghereto (FC).

 

  • 29 maggio: scoprimento della lapide in marmo apposta sulla facciata della casa natale del Servo di Dio Don Quintino Sicuro in occasione del gemellaggio tra le due comunità, recante la seguente dicitura: "Dà pace, o Signore, ai nostri giorni" Don Quintino - IN QUESTA CASA IL 29 MAGGIO 1920 NACQUE IL SERVO DI DIO QUINTINO SICURO FINANZIERE - EREMITA - SACERDOTE. LA CITTADINANZA IN OCCASIONE DEL GEMELLAGGIO TRA I COMUNI DI VERGHERETO (FC) E MELISSANO (LE) A PERENNE RICORDO POSE".

 

  • 29 maggio: realizzazione da parte del maestro Giuseppe Afrune del ritratto pittorico dell'eremita Quintino Sicuro, in occasione del gemellaggio.
     

 

 

  • 29 agosto: VERGHERETO - cerimonia ufficiale del gemellaggio tra i Comuni di Verghereto (FC) e Melissano (LE).

 

 

  • 29 agosto: presentazione del libro "Sant'Alberico. Un eremo per tutte le stagioni", a cura di Alessandro Albertazzi e Paolo Masina, Bologna, ed. Digigraf, 2007.
    La seconda parte del volume, riguardante la storia dei nostri giorni, ricorda Don Quintino Sicuro che ricostruì l'eremo e fratel Vincenzo Minutello che per oltre quarant'anni ne è stato il custode attivo e silenzioso.

 

  • 26 dicembre: inaugurazione del piccolo museo e della biblioteca allestiti nella casa natale di don Quintino.

 

 

2008
  • dicembre: la casa natale di don Quintino Sicuro apre le sue porte alla comunità melissanese per diventare un luogo di incontro, di preghiera e di cultura

 

   
   

Ultimo aggiornamento: 11-12-08